Aprire Agenzia di Viaggi in Franchising

La soluzione ideale per iniziare subito

img_franchisingAprire una Agenzia in Franchising significa diminuire i costi iniziali di una classica agenzia di viaggio e ricevere supporto da parte di operatori del settore già consolidati

Aprire una Agenzia di Viaggi in Franchising è la soluzione migliore per partire subito senza accollarsi ingenti investimenti che spesso caratterizzano l’apertura di una nuova attività. Il vantaggio risulta ancora più evidente nel momento in cui si capisce che il Franchising non è altro che una grande azienda che mette a disposizione il suo know how per ampliare il suo mercato. Il vantaggio è reciproco, del tipo win to win. Se il marchio in franchising è consolidato e noto abbiamo la garanzia di entrare a far parte di una azienda che gode di buona salute che ha tutto l’interesse ad avere franchisee (o l’affiliato) che lavorano nel pieno rispetto delle regole e che possano avere introiti adeguati all’impegno profuso.

La normativa che regolamenta la formula del Franchising è la Legge 6 maggio 2004, n. 129

Entriamo in dettaglio e vediamo gli aspetti che caratterizzano l’aprire una agenzia di viaggio in Franchising. Putroppo ci sono tante realtà che offrono questa formula ma solo poche possono garantire all’affiliato di prosperare bene nel mercato. L’aspetto fondamentale è capire se il marchio che permette la formula del Franchising gode di ottima salute. Questo è un aspetto facilmente analizzabile poichè basta fare qualche ricerca, anche su internet o informarsi tramite camera di commercio. Il buon senso lo fa da padrona, nell’era di internet ormai tutte le informazioni sono alla portata di tutti. Un buon contratto di franchising deve essere chiaro e trasparente e deve evidenziare bene gli obblighi e i privilegi del Franchisee.

Una buona azienda che concede il Franchising probabilmente non temerà la concorrenza richiedendovi una fee di ingresso superiore alla concorrenza. Un’azienda solida concederà la vendita dei suo prodotti solo a chi è disposto a crederci fermamente e disposto ad investire capitali. Quando apri una Agenzia di Viaggi in Franchising hai a tutti gli effetti una agenzia già ben avviata con un marchio che può garantire la serietà della Tua struttura. Il franchisor (ovvero l’azienda che concede il Franchising) si preoccuperà che la tua attività funzioni ottimamente perchè il vantaggio è reciproco. L’azienda madre infatti si preoccuperà di promuovere il marchio e di conseguenza il mercato correlato che produrrà introiti per l’affiliato. Vi verrà fornita consulenza avanzata e spiegati in dettaglio l‘uso dei gestionali software. Prestate attenzione all’aspetto web. Optate per aziende orientate al web e che sfruttino questo canale come fonte di visibilità. Ormai molti mercati sfruttano questo canale e non saperlo utilizzare al meglio significa privarsi gratuitamente di una fonte, oggi quasi indispensabile.

Vantaggi evidenti nell’Aprire l’Agenzia Viaggi in Franchising:

  1. Avrai indipendenza organizzativa
  2. Autonomia gestionale
  3. Guagani adeguati
  4. Investimenti inizio attività ridotti
  5. Know How da parte del Frachisor

Il franchising normalmente detta le regole in materia di territorialità e vendita dei prodotti. Bisogna attenersi ai regolamenti e alle formule già consolidate ed efficaci  che la casa madre impone. Nel contratto di franchising sarà indicata la garanzia sulla tua territorialità di competenza eludendo ad altri di poter invadere il tuo mercato. Valuta bene questo aspetto. Nel settore viaggi avere dei limiti territoriali può essere un’arma a doppio taglio. Quello che le statistiche propongono è inconfutabile. In caso di indecisione, optata per franchising che ti permettono di contattare il tuo potenziale cliente ovunque. L’obiezione che potrai avanzare è probabilmente questa: va bene, ma anche i miei competitors potranno attingere clienti nella mia zona.

Questo è vero, ma se sei appassionato di quello che stai facendo e ti specializzi in una particolare tipologia di viaggi, poter contattare clienti in tutto il globo terrestre è la soluzione vincente. Inoltre è meglio contare su un mercato mondiale che non risente di fluttuazioni rispetto a quello geolocalizzato.